24 e 25 Novembre 2018 - Roma

Un workshop unico
Mindful Portrait Photography

Massimo Scognamiglio, artista e fotografo, da anni utilizza tecniche mindful per creare una relazione più vera e intensa con l’ambiente che lo circonda e con i soggetti che deve ritrarre. Oggi Massimo mette a disposizione dei partecipanti dei suoi workshop le sue tecniche innovative basate sulla mindfulness.

È un workshop creato da un artista che vi permetterà di conoscere e applicare non solo tecniche fotografiche in ripresa e in post produzione ma anche abilità e tecniche per avere un rapporto migliore con il soggetto fotografato.

“Massimo, Photography is the art of seeing not the art of showing (Massimo, la fotografia è l’arte di vedere non quella di mostrare)”

Wim Wenders

Mark_ryden.jpg

Workshop di due giorni

Un workshop dedicato alla Mindful Portrait Photography.

Cosa è esattamente la fotografia “mindful”

Per capire che cos'è la fotografia mindful, cerchiamo di capire cosa non è.

Sei davanti al tuo soggetto, o stai facendo street photography. Guardi l’ambiente o la persona da ritrarre. Nella tua mente stai pensando a tutte quelle fantastiche foto che hai scattato in passato, o alle fantastiche immagini di altri. Consideri i modi per ricreare il tuo precedente successo o emulare quelle immagini eccezionali dei tuoi eroi. Ti stai ricordando le tecniche e le strategie per scattare “la tua foto”. Stai pensando alle persone che vedranno il tuo lavoro. Piacerà a loro? Anticipa le loro reazioni. Alcuni riconoscimenti e lodi sarebbero sicuramente piacevoli. Forse però in tutta questa “confusione” non otterrai le foto che veramente vuoi.

“The best way to capture moments is to pay attention. This is how we cultivate mindfulness. Mindfulness means being awake. (Il modo migliore per catturare il momento è porre attenzione ad esso. Questo è come coltiviamo la consapevolezza. La consapevolezza vuol dire essere svegli.”

Jon Kabat-Zinn, founder of MBSR (mindfulness-based stress reduction).

Sono sicuro che ci siamo tutti trovati a vivere questi scenari di estremo “rumore”. Ma cosa c'è di sbagliato in questa immagine? Ciò che è sbagliato è che non stiamo davvero VEDENDO. La nostra consapevolezza è limitata da ciò che stiamo pensando, aspettando e desiderando. Le chiacchiere interiori e i desideri emotivi agiscono come fumo che offusca la nostra visione. Stiamo vivendo tutte le cose che accadono dentro le nostre teste e non molto di quello che sta succedendo intorno a noi.

Questa ricerca di contatto reale e silenzioso con il soggetto e l’ambiente circostante è quello che un buon fotografo deve raggiungere. Ogni buon fotografo è concentrato sull’obiettivo in piena consapevolezza.

“Nel mondo contemporaneo la tecnica ci ha permesso di essere liberi dai limiti tecnici, aprendo a tanti l’arte della fotografia. Allo stesso tempo però siamo tutti sempre più distratti e inconsapevoli. Incapaci di cogliere l’attimo”.

Massimo Scognamiglio

Anche se non possono usare specificamente la parola "mindfulness", molti dei grandi maestri parlano della fotografia come consapevolezza del momento presente in cui ci dimentichiamo. Lasciamo andare gli obiettivi, i desideri, le aspettative, le tecniche e le ansie che costituiscono chi noi per immergerci più pienamente nell'esperienza del vedere. Apriamo la nostra consapevolezza ricettiva a ciò che il mondo ci offre. Piuttosto che essere un osservatore obiettivo che cerca di catturare qualcosa, diventiamo l'essere che è in comunione con l'ambiente, cioè nel mondo. Non stiamo cercando nulla in particolare. Non andremo da nessuna parte in particolare. Non ci aspettiamo o cerchiamo di controllare qualcosa in particolare. Invece, stiamo vagando, forse piuttosto senza scopo, senza un obiettivo o scopo. Siamo completamente e ingenuamente aperti alla possibilità dell'inaspettato, dell'unicità, del momento in cui le cose si uniscono ... al flusso della vita. In queste condizioni, quando lasciamo andare il sé, "esso" ci appare. Non troviamo e facciamo la foto. La fotografia ci trova. Si prende da solo. Ci uniamo con la scena non così possiamo vedere

Photography as Meditation

Neuroscience has determined that multi-tasking is a myth. Your brain actually cannot do two things at once, which is why focusing on your breath in meditation has such a profound effect and is the core tenet of that practice. (le neuroscienza hanno spiegato che il multi tasking è un mito. Il tuo cervello non può effettivamente fare due cose contemporaneamente, ecco perché focalizzarvi sulla respirazione nella meditazione ha un così profondo effetto ed è centrale nelle nostre pratiche)”

Gregory Berg

A chi è indirizzato?

Agli appassionati di fotografia che vogliano migliorare la propria tecnica in un modo del tutto nuovo e super efficace!

Come si svolge?

Nell’arco di due giornate si alternerà teoria e tecnica, sia fotografica che di meditazione e di esercizi di mindfulnes

Perché?

Ci sono diversi motivi per partecipare, il più importante è che da questo workshop uscirete con una capacità di visione, pre visualizzazione, scatto e post produzione enormemente migliorata grazie alla fusione di pratiche diverse: meditazione, tecniche fotografiche, tecniche di mindfulness.

SIM_9362_smaller.jpg

Il workshop

Il workshop

Il workshop ha l’obiettivo di provare dal vero la relazione fotografo / modello utilizzando metodologie tecniche fotografiche, di respirazione e di relazione mindful con il soggetto, si faranno esercizi di consapevolezza dell’ambiente e del soggetto in un workshop che va ben oltre la mera tecnica fotografica.

Una volta applicate le tecniche di respirazione e concentrazione, ogni partecipante avrà a disposizione una modella o un modello per iniziare ad applicare le tecniche apprese nella parte introduttiva. Ogni sessione di scatto sarà individuale e potrà scattare un solo fotografo alla volta. L’esperienza sarà vissuta comunque in continua interazione con il docente rendendo così la sessione formativa ed utile anche per gli altri fotografi.

_39A1275_small.jpg

Dallo scatto alla post produzione

Si procederà poi alla post produzione delle immagini, a seconda del livello dei partecipanti si introdurranno le principali tecniche di post produzione e pulizia delle immagini.

Ogni fotografo preparerà un portfolio di 3 immagini da presentare agli altri partecipanti

Primo Giorno

9:00 - Introduzione

  • Introduzione al metodo della Mindful Portrait Photography

  • Colazione “consapevole”. Il pasto consapevole sarà il primo degli esercizi di mindful ancor

  • Esercizi di respirazione

  • Esercizi in coppia

11:00 – Sessione di scatto individuale.
Ogni partecipante lavorerà con il soggetto seguiti da Massimo

13:00 – Pausa pranzo (libera)

14:00 – Sessione di scatto individuale.

17:00 – Esercizi di consapevolezza/respirazione

18:00 – Analisi della sessione fotografica

Secondo Giorno

9:00 – Esercizi di consapevolezza/respirazione

  • Esercizi di respirazione

  • Esercizi in coppia

11:00 – Sessione di scatto

13:00 – Pausa Pranzo (libera)

14:00 – Sessione di scatto

15:30 – Post produzione

18:00 – Analisi degli scatti migliori di ogni partecipante e considerazioni finali

Dove?

È in corso di definizione. Si svolgerà in una struttura raggiungibile facilmente dai mezzi pubblici.

Requisiti

Ogni utente deve portare con se un Laptop, con Photoshop almeno in versione CS5. Consigliata una tavoletta grafica e mouse. Ricordatevi inoltre una memory card. Inviaci anche un tuo portfolio e un’autovalutazione del tuo grado di preparazione sia in fase di scatto che in post produzione. O compilate il modulo qui sotto

Il corso è aperto fino ad un massimo di 10 partecipanti.

Costo del workshop

250 Euro per le due giornate (pER ISCRIZIONI PRIMA DEL 15 OTTOBRE 220 EURO)

Verranno messi a disposizione dal docente flash da studio e una macchina fotografica Canon 5Dsr e una 5D mark iii. Un modello o una modella professionista sarà a disposizione per le due giornate di corso.

Per iscriversi scrivete effettuate il pagamento e scrivete a Massimo Scognamiglio tramite il form o sulla sua mail me@massimoscognamiglio.com

Tramite Bonifico Bancario

Istituto di credito:BANCO POPOLARE - SOCIETA' COOPERATIVA
IBAN: IT74X0503403233000000177041
Conto intestato a:Massimo Scognamiglio

Tramite paypal

cliccando qui!

Richiedi maggiori informazioni scrivendoci qui:

Name *
Name

Grazie!