Punk Aristocracy - Solo Exhibition

È il 1976, la recessione impazza. Mentre la precedente ondata rock viene gradualmente assorbita dal sistema, un nuova ventata proveniente dalle periferie proletarie spazza via qualsiasi orpello, riferimento alla sperimentazione musicale colta. Nasce il punk, che grida rabbia e ribellione. È la cultura del no future, del DIY; la moda fatta di spilloni, maglie strappate, scritte e slogan; che si esaurisce in pochi anni ma i cui codici, svuotati di ogni forza incisiva, sono presto saccheggiati e inseriti in quel circuito di impresa che tutt’oggi ne continua a sfruttare gli aspetti più impensati. Punk Aristocracy, spiega l’artista, affronta «Il tema dell’appropriarsi dello stile di un’altra classe e violentarla. Il punk si è infilato ovunque; è come se fosse entrato nella casa del nobile, fatto festa, e, una volta addormentato, il principe ne abbia preso il meglio. Un compromesso tra alto e strada». (Dal testo Critico di Carlotta Monteverde per Takeawaygallery)

Oggi puoi comprare la prima stampa - fine arts print - intitolata "The King" Click Here
Tutte le altre stampa saranno disponibili dopo il 3 dicembre 2016.

Today you can buy the first fine print of the project, titled "The King" Click Here
All the other fine arts prints will be available available after Dec. 3rd 2016.